Natura

Riforestazione urbana

Perchè sono così importanti gli alberi anche in città? 

Sono pericolosi perchè ci possono cadere rami e pigne in testa! 

Tolgono parcheggi alle auto! 

Eppure danno fastidio riempiendo le strade di foglie e l’aria di polline!

Dunque perchè li riteniamo così meritevoli di rispetto da considerarli addirittura il fulcro della conversione ecologica della civiltà?

Come le grandi foreste determinano lo stato di salute del pianta, così il grado di benessere sociale e ambientale di una città, è determinato in maniera significativa dallo stato della propria copertura arborea.

I motivi sono tanti e proviamo a spiegarne alcuni in questo breve video prodotto da “Californa Sustainability alliance”.

Dunque sono gli Alberi che risaneranno il mondo e già lo fanno assorbendo CO2, fissandola al terreno, mitigando le intemperie, filtrando aria e suolo e depurandoli dagli inquinamenti, dalle polveri sottili e dalle particelle patogene.

Gli alberi termo-regolano il pianeta, forniscono calore, materia alla civiltà e producono l’ossigeno necessario alla vita. Sono il primo e ultimo presidio contro la cementificazione selvaggia, la devastazione del paesaggio, il dissesto idrogeologico e l’inquinamento.

Gli Alberi forniscono habitat alla biodiversità, da essi sono dipese storicamente tutte le civiltà, gli Alberi sono preziosi persino quale principio di ispirazione artistica, un simbolo culturale di provenienza epica, ancestrale e un simbolo religioso per tante confessioni.

Nelle città italiane nidificano oltre 190 specie di uccelli di cui 83 hanno un valore conservazionistico particolare in quanto minacciate in tutta Europa. Uccelli e mammiferi, compresi i nidi e i piccoli sono protetti dalla legislazione italiana ed europea. La Regione Emilia Romagna tutela inoltre la fauna minore e gli alberi monumentali, storici e di pregio sia in singoli esemplari che in filari.
Lo stato italiano ha promulgato l’11 gennaio 2013 la Legge nazionale 10 del 2013 denominata “Norme per la tutela e lo sviluppo delle aree verdi urbane”.

Gli Alberi sono i testimoni della storia dell’umanità oltre le generazioni e piantarli significa guardare oltre al proprio tempo e alla propria dimensione territoriale in un’ottica di fraternità internazionale e responsabilità infra-generazionale.

E così, la città, intesa come lo spazio abitato dalla civiltà, non può continuare a rappresentare una frattura fra uomo e Natura. La città non può rinunciare alla vivivibilità, alla salubrità e alla bellezza.

La città non può rinunciare ai suoi alberi come patrimonio comune di natura, bellezza e cultura ed è per questo motivo che la Selva Oscura pone la tutela e l’implementazione del patrimonio arboreo urbano, del verde pubblico e privato, che vive nelle  nostre città, come un obbietivo irrinunciabile all’interno del proprio mandato associativo.

I BENEFICI DEGLI ALBERI IN CITTA’

Funzioni Ambientali:

  • assorbimento di CO2 – una pianta con fusto di diametro di 20-30 cm assorbe circa 30 Kg di CO2 all’anno rilasciando ossigeno per il fabbisogno di ci circa 10 persone
  • assorbimento degli inquinanti dell’aria (fra i quali ozono O3, biossidi di azoto NO2 e anidride solforosa SO2) e filtraggio delle polveri sottili PM10 derivanti da traffico veicolare, riscaldamenti privati e impianti industriali
  • depurazione delle acque sotterranee
  • riduzione dell’inquinamento acustico fino al 70% nelle pertinenze protette dai filari
  • mitigazione climatica – attraverso ila traspirazione, le piante refrigerano l’aria. Un albero è in grado di traspirare 400 litri al giorno
  • raccolta e rilascio graduale al suolo delle acque piovane – le chiome degli alberi rallentano le rapidità di precipitazione delle piogge rilasciandole gradualmente al suolo favorendo il drenaggio dei suoli e la ricarica delle falde

Funzioni Ecologiche:

  • tutela, sostentamento e rifugio della biodiversità urbana ed extra-urbana
  • costituzione di reti e corridoi ecologici urbani e periurbani

Funzioni economiche:

  • risparmio energetico – riduzione delle spese di condizionamento dal 10 al 50%
  • aumento del valore degli immobili fino al 15%
  • diminuzione della spesa sanitaria locale per i benefici apportati alla salute pubblica psico-fisica
  • promozione della mobilità pubblica lenta e sostenibile grazie allo sviluppo della rete di “green ways”

Funzioni sociali:

  • arricchimento estetico del paesaggio urbano e rurale
  • creazione di luoghi di svago, incontro, ludici e sportivi
  • ripristino del contatto quotidiano con la natura
  • ruolo educativo, culturale e scientifica soprattutto per le giovani generazioni
  • creazione di veri propri monumenti storico-naturali a valorizzazione di luoghi identitari della cultura e della storia delle popolazioni

Possiamo forse permetterci di perdere tutto questo per aver dato spazio all’ignoranza di coloro che preferiscono agli alberi le motoseghe, le capitozzature, l’incuria e il degrado urbano?